Biorivitalizzazione del viso con la medicina estetica

Restituire freschezza, elasticità e compattezza alla pelle ridonando una rinnovata luminosità al viso. La Biorivitalizzazione è un trattamento medico che integra il dermasi di quelle sostanze che il nostro organismo. Non corregge temporaneamente la ruga, ma agisce sulla causa ridonando turgore, elasticità e luminosità.

La Biorivitalizzazione è un trattamento indicato a uomini e donne, per mantenere la giovinezza della pelle, attraverso la ricostruzione e la riorganizzazione della struttura cutanea stessa. La Biorivitalizzazione è un trattamento medico che integra il dermasi di quelle sostanze che il nostro organismo non riesce più a produrre in forma e quantità adeguata (acido ialuronico, vitamine, coenzimi e minerali, ecc.) e che stimola il microcircolo per favorire il turn-over cellulare. Inoltre questo trattamento migliora l’elasticità della pelle, conferendole idratazione e morbidezza. La rivitalizzazione e stimolazione del derma è un trattamento curativo che interviene sulle cause dell’invecchiamento cutaneo e non solo sui suoi effetti.

Il trattamento di biorivitalizzazione comprende vari prodotti che vengono iniettati

Non corregge temporaneamente la ruga, ma agisce sulla causa che la origina per ridonare turgore, idratazione, elasticità e luminosità che la pelle perde con il passare del tempo. La Biorivitalizzazione tissutale viene effettuata mediante microinfiltrazioni con acido ialuronico fluido, unito a vitamine e coenzimi per un’azione ristrutturante che si esplica in: una migliore attività cellulare che favorisce la nuova produzione di collagene, di elastina e di acido ialuronico, un’azione anti-ossidante, che contrasta l’azione dei radicali liberi prodotti dagli innumerevoli fattori inquinanti e dalle radiazioni solari, un’azione idratante. L’attività cellulare di conseguenza migliora e la pelle ne guadagna in elasticità, freschezza e bellezza.

Biorivitalizzazione tecniche di applicazione

Il trattamento di biorivitalizzazione comprende vari prodotti che vengono iniettati nella cute con due tecniche: “cross-linked” oppure “picotage”. Tecnica cross-linked: La biorivitalizzazione consiste in precise infiltrazioni intradermiche cross-linked ovvero in senso verticale e orizzontale, che si intersecano tra loro ed in particolare in zone come le guance, le regioni perioculari ed il collo. La tecnica del picotage è più utile per prevenire e contrastare l’invecchiamento della pelle dovuto all’esposizione solare o a lampade abbronzanti (foto invecchiamento), e prevede microiniezioni, molto superficiali distanti un centimetro l’una dall’altra su mani, viso, collo e décolleté. Il numero di sedute necessarie varie da paziente a paziente e anche in questo caso dipende dal grado di invecchiamento delle pelle. Un trattamento di mantenimento, generalmente può avvenire ogni tre-quattro mesi.

Abbinamenti ideali al trattamento di biorivitalizzazione

Il trattamento di biorivitalizzazione può essere coadiuvato da altri trattamenti quali massaggi e linfodrenaggi. Le sostanze che vengono utilizzate nel trattamento di biorivitalizzazione possono essere acido ialuronico (usato come biorivitalizzante e non come riempitivo), farmaci omotossicologici biorivitalizzanti, complessi polivitaminici, aminoacidi da soli od in combinazione con acido ialuronico.

Biostimolazione come trattamento alternativo o aggiuntivo

L’invecchiamento cutaneo consiste in depauperamento di tutte le strutture più nobili della pelle. Le fibre collagene vengono spezzate e disordinate,e con esse diminuisce anche il principale responsabile del turgore idrico cutaneo: l’acido ialuronico. La pelle si ossida e cede sotto l’influenza della gravità. Il nostro staff riesce a contrastare questo processo attraverso la biostimolazione. Si tratta di una tecnica medico estetica molto diffusa ed apprezzata che sfrutta la capacità rigenerativa della pelle del viso del collo, ma anche di altre parti del corpo, quando stimolata dall’esterno. Lo biostimolazione può essere sia di tipo chimico iniettivo (ac. ialuronico nella versione biostimolante, ac polilattico, aminoacidi, placenta, dona), chimico applicativo sia di tipo meccanico scrub, microdermoabrasione, dermaroller, o strumentale (radiofrequenza, ionoforesi, raggi infrarossi).

In questo tipo di trattamento e’ necessario, dopo una accurata detersione e disinfezione cutanea applicare una crema anestetica ed aspettare almeno 15 minuti che faccia effetto. Preferiamo, a differenza di chi non lo ritiene necessario, pretrattare la zona d’ infiltrazione prescelta con una crema a base di prilocaina. Il trattamento non e’ fastidioso, neanche senza crema, ma siccome i nostri pazienti, per tutti i trattamenti che proponiamo, non devono avvertire nulla, preferiamo mettere la crema e procedere all’infiltrazione. Essa si svolge utilizzando un ago molto sottile che si fa penetrare appena sotto l’epidermide rilasciando un pomfo di acido ialuronico. Dopo circa 15/20 minuti si può considerare finita la seduta e si rimanda la paziente alla settimana dopo. E’ possibile che permanga un po’ di rossore che solitamente svanisce in qualche ora.

Tutte queste tecniche si propongono con successo ad accellerare il normale turnover delle nostre cellule (rapporto tra cellule che si rinnovano e cellule che si invecchiano) ai fini di unx adattamento. Questo adattamento ha, se ben indirizzato, una valenza estetica notevole in termini di aumento dell’elasticità, tono cutaneo, turgore, disegno micorugoso, luminosità. Nella nostra offerta di servizi medico estetici privilegiamo molto l’ac. ialuronico formulato per la biostimolazione iniettiva. Si tratta di un ac. ialuronico più fluido rispetto a quello utilizzato per il riempimento delle rughe cutanee che viene iniettato con dei micropomfi diffusi sulle aree avvizzite e atrofiche del collo, del viso e del décolleté. Questo tipo di biostimolazione prevede un protocollo consistente in 5-6 sedute con frequenza monosettimanale che poi diventa ogni 14 giorni fino ad arrivare ai mantenimenti mensili o bimensili.

Quando questi trattamenti sono neccessari?

Quando la pelle del viso del collo o del décolleté inizia a risultare avvizzita, atrofica, poco luminosa, discromica, lassa può essere arrivato il momento di fare qualcosa. Sicuramente è più frequente che il paziente arrivi quando esiste già una certa impellenza anche se il consiglio del nostro staff è quello di prevenire questa evenienza per non avere tutta la strada in salita. In questo tipo di trattamento la costanza paga con dei risultati molto soddisfacenti.